fbpx

Molti persone crescono con genitori emotivamente immaturi, spesso senza esserne del tutto consapevoli.. Questo è un modello chiave che troviamo all’interno del cosiddetto trauma intergenerazionale che è condizionato e mantenuto da una generazione all’altra.

Ad esempio, un bambino può osservare che il genitore non riesce a mantenere la vicinanza emotiva con lui. Oppure, un genitore può cercare di essere amico del proprio figlio e può sembrare irresponsabile o preoccupato di soddisfare i propri bisogni, più che quelli del figlio.

Quando un genitore è emotivamente immaturo, è spesso “genitore” del proprio trauma di attaccamento , situazioni di abuso precoce o di rifiuto dei propri genitori. Molti genitori emotivamente immaturi non “evolvono” oltre i propri bisogni infantili, spesso perché essi stessi sono stati maltrattati o trascurati durante la loro infanzia .

In primo luogo, per capire come una genitorialità emotivamente immatura possa influenzare una persona più avanti nella sua vita adulta, dobbiamo riconoscere che il trauma irrisolto è ciò che si perpetua da una generazione (cioè i genitori) alla generazione successiva, come i propri figli. Quando il trauma non è stato risolto e guarito, la possibilità che si ripeta aumenta significativamente.

Ad esempio, l’abbandono emotivo è uno dei più forti predittori dello sviluppo di una disregolazione emotiva , che può causare una genitorialità emotivamente immatura lungo l’arco di vita. Pertanto, se un genitore è stato abusato o trascurato nella propria infanzia, ciò lo espone a un rischio maggiore di ripetere lo stesso trauma ai propri figli, se non guarito.

Spie di un genitore emotivamente immaturo

  • Ha confini incoerenti o inesistenti
  • Può provare a essere il genitore della “festa” o offuscare i confini tra amico e genitore
  • Ha uno stile genitoriale spesso basato sui propri bisogni insoddisfatti di amore o attenzione
  • Può ignorare o trascurare i bisogni del proprio figlio per i propri bisogni
  • Spesso “vive nel momento”, che può includere vivere al di là dei propri mezzi finanziari
  • Ha spesso problemi di salute mentale e/o diagnosi
  • Può essere sprezzante o evitante dei sentimenti del figlio
  • Può avere dipendenze da droghe o alcol o comportamenti compulsivi
  • Possono drammatizzare eccessivamente i loro bisogni o rivolgersi ad amici o familiari per “salvarli”.
  • Può reagire in modo eccessivo ai fattori di stress o diventare eccessivamente “bisognoso”
  • Può essere rigido o inflessibile con regole o confini, il che impedisce l’autonomia del bambino

4 tipi di genitori emotivamente immaturi e gli effetti sulla vita adulta

1. Guidati e controllanti: i genitori guidati e controllanti sono spesso indicati come genitori “da elicottero” che richiedono eccellenza e perfezione e impongono richieste elevate (spesso irrealistiche) a se stessi e ai loro figli. Questi genitori possono essere genitori con rabbia eccessiva o con un approccio punitivo. Sono altamente invadenti e critici e spesso violano lo spazio personale di un bambino .

Nell’età adulta: i bambini cresciuti con questo tipo di genitorialità spesso diventano perfezionisti , ottimisti e molto critici verso se stessi e possono lottare con comportamenti compulsivi come il maniaco del lavoro o lo shopping come modi per intorpidirsi e sentirsi degni. Nelle loro relazioni sentimentali , possono richiedere la perfezione nel loro partner o possono ridurre al minimo i problemi relazionali rimanendo eccessivamente occupati e intellettualizzando invece di permettersi di provare le proprie emozioni.

2. Emotivi (o non emotivi): i genitori emotivamente disregolati possono vacillare da un estremo all’altro in modo tale da apparire eccessivamente drammatici, reagire in modo eccessivo alle situazioni o apparire indifesi e “bisognosi”. All’altro capo dello spettro, i genitori emotivamente disregolati possono apparire distanti, cinici, sprezzanti o freddi nei confronti dei loro figli. Molte volte, i genitori con emozioni disregolate possono sperimentare il proprio trauma di attaccamento non guarito, che può includere la genitorialità da uno stile di attaccamento disorganizzato.

Nell’età adulta: i bambini cresciuti nel caos e in un ambiente imprevedibile possono diventare adulti molto ansiosi , depressi o emotivamente disregolati. Possono combattere i problemi di rabbia o possono sentirsi disconnessi dalle proprie emozioni , in particolare dalle emozioni sentite come minacciose . Ciò può avere un impatto negativo sulla maturità emotiva delle loro relazioni e aumenta il rischio di sviluppare legami traumatici con i partner.

3. Rifiutare: i genitori che rifiutano sono in genere sprezzanti ed evitanti. Potrebbero allontanarsi, potrebbero preferire trascorrere il loro tempo da soli o potrebbero non voler essere disturbati dalla genitorialità o dalle emozioni. I genitori che rifiutavano erano spesso bambini che erano stati rifiutati a loro volta e sono cresciuti “arrangiandosi da soli”. Se devono interagire con i loro figli, possono diventare esigenti o verbalmente offensivi.

Nell’età adulta: se un bambino è stato cresciuto con questo tipo di genitore emotivamente immaturo, può diventare un adulto che ha una empatia limitata per i bisogni degli altri, può oscillare tra il desiderio di connessione e l’allontanamento, può apparire egoista o egocentrico o può diventare un genitore che rifiuta emotivamente se stesso. Questo tipo di dinamica genitoriale può anche risuonare con una persona più sprezzante o attaccata in modo evitante, il che può rendere difficile sostenere l’intimità emotiva e la connessione con i partner romantici.

4. Negligenti o passivi: i genitori che sono emotivamente o fisicamente negligenti o passivi evitano il confronto e possono sembrare facili da andare d’accordo. Molti genitori negligenti o passivi mancano di confini sani e coerenti e possono sembrare il genitore “figo” o l’amico del bambino. La genitorialità è ridotta a ciò che vuole il genitore , con una minore considerazione di ciò di cui il figlio ha bisogno . I genitori emotivamente o fisicamente negligenti spesso si imbattono in altri adulti come bambini o incapaci di prendersi cura di se stessi in modo adulto. Possono minimizzare, invalidare o respingere i bisogni emotivi del figlio in quanto troppo opprimente per essere affrontati.

Nell’età adulta: essere cresciuto con un genitore che è emotivamente o fisicamente negligente può includere maggiori rischi di ansia, depressione o altre diagnosi di salute mentale, così come intensi sentimenti di rabbia e vergogna verso se stessi e sentimenti di disprezzo per i propri genitori. Gli adulti che sono cresciuti con genitori emotivamente negligenti possono avere difficoltà a esprimere emozioni legate alla propria vulnerabilità e possono diventare distaccati, freddi, distanti o “distratti” intorno ai propri partner per evitare di sentirsi vulnerabili.

Sharing
Call Now Button