fbpx

La dipendenza è un disturbo cronico con fattori biologici, psicologici, sociali e ambientali che ne influenzano lo sviluppo e il mantenimento. Circa la metà del rischio di dipendenza è genetico. I geni influenzano il grado di ricompensa che gli individui sperimentano quando usano inizialmente una sostanza (p. es., droghe) o si impegnano in determinati comportamenti (p. es., gioco d’azzardo), nonché il modo in cui il corpo elabora l’alcol o altre droghe. Si sviluppa un aumento del desiderio di rivivere l’uso della sostanza o del comportamento, potenzialmente influenzato da fattori psicologici (es. stress, storia di traumi), sociali (es. uso di una sostanza da parte di familiari o amici) e ambientali (es. accessibilità di un sostanza, a basso costo) può portare a un uso/esposizione regolare, con un uso/esposizione cronico che porta a cambiamenti cerebrali.

Questi cambiamenti cerebrali includono alterazioni nelle regioni corticali (corteccia prefrontale) e sottocorticali (sistema limbico) che coinvolgono il neurocircuito di ricompensa, motivazione, memoria, controllo degli impulsi e giudizio. Ciò può portare a un drammatico aumento del desiderio rispetto ad una droga o ad un’attività, così come a menomazioni nella capacità di regolare con successo questo impulso, nonostante la conoscenza e l’esperienza di molte conseguenze legate al comportamento di dipendenza.

Come clinici ci sforziamo di promuovere i progressi nella ricerca, nella formazione professionale e nella pratica clinica nell’ampia gamma di comportamenti di dipendenza, compreso l’uso problematico di alcol, nicotina e altre droghe e disturbi che coinvolgono il gioco d’azzardo, il mangiare, il comportamento sessuale o le spese.

Cosa puoi fare

Per affrontare il tema della Dipendenza è indispensabile rivolgersi ad una professionista del settore. Gli approcci comportamentali possono aiutare fino ad un certo punto. La psicoterapia psicodinamica non si ferma ai sintomi ma promuove un cambiamento della personalità ed una durata maggiore di benessere psicologico.

Una strategia supportata da alcuni dei dati più efficaci finora è la gestione delle emergenze. Una delle difficoltà dell’uso di sostanze è che i benefici arrivano immediatamente, ma i costi arrivano dopo un certo ritardo. Se qualcuno usa gli oppioidi oggi, soddisfa un desiderio e previene i sintomi di astinenza. I costi, la perdita del lavoro, l’alienazione della famiglia, esistono in un futuro nebuloso e lontano. La gestione delle emergenze mira, quindi, a capovolgere il copione.

Sharing
Call Now Button