Sharing
more

Central de Terapia

La psicoterapia, chiamata anche talk therapy o di solito solo “terapia”, è una forma di trattamento volta ad alleviare il disagio emotivo e i problemi di salute mentale. Fornita da una varietà di professionisti qualificati – psichiatri, psicologi, assistenti sociali o consulenti autorizzati – comporta l’esame e la comprensione delle scelte di vita e delle difficoltà affrontate da individui, coppie o famiglie. Le sessioni di terapia si riferiscono a incontri strutturati tra un fornitore autorizzato e un cliente con l’obiettivo di migliorare alcuni aspetti della loro vita. La psicoterapia comprende molti tipi di trattamento ed è praticata da una serie di clinici che utilizzano una varietà di strategie. L’aspetto critico è che il cliente o il paziente lavora in modo collaborativo con il terapeuta e può identificare il miglioramento e il cambiamento positivo nel tempo.

La maggior parte delle terapie in uso sono state ben testate e ritenute efficaci. Anche se all’inizio può sembrare difficile cercare una terapeuta, specialmente per quelli a basso reddito, i benefici di una terapia di successo cambiano letteralmente la vita.

Di seguito alcuni dei quesiti che la maggior parte delle persone tende a porsi:

Dovrei andare in terapia?
Qual è il primo passo per cercare un terapeuta?
Posso aiutare una persona cara a trovare un terapeuta?
Quale tipo di terapia è giusta per me?
Potrò permettermi la terapia?
Come sarà la prima sessione di terapia?
Riceverò dei farmaci se vado in terapia?
Quali sono le bandiere rosse di un terapeuta non qualificato o non etico?

Dovrei andare in terapia?

La maggior parte delle persone, indipendentemente dalle loro sfide specifiche, può trarre beneficio dal fatto che un osservatore imparziale ascolti e offra una guida. Tuttavia, a causa del costo della terapia e dell’investimento in termini di tempo, nonché della persistente stigmatizzazione che circonda la salute mentale, la decisione di iniziare una terapia non è sempre facile.

Per determinare se la terapia è la scelta giusta per un particolare individuo, questi dovrebbe considerare se si sente triste, ansioso, sopraffatto o irritabile più spesso di quanto non si senta; in caso affermativo, la terapia potrebbe offrire un sostegno emotivo e aiutarlo a sviluppare gli strumenti per gestire la sua salute mentale. Ma le forti emozioni negative non sono l’unica ragione per cui qualcuno dovrebbe cercare una terapia. Se sta lottando con problemi di relazione, si sente bloccato nella sua carriera, si ritrova a ricorrere a droghe, alcol o cibo per far fronte a eventi spiacevoli, o si sente disconnesso dalle persone che lo circondano, potrebbe trovare la terapia immensamente utile.


Qual è il primo passo nella ricerca di un terapeuta?

Ci sono innumerevoli terapeuti compassionevoli ed efficaci nel mondo, ma non ogni singolo terapeuta è la persona migliore per aiutare ogni individuo che cerca un trattamento. Anche se può essere frustrante sia per i pazienti che per i professionisti, trovare il terapeuta giusto è di solito un processo di tentativi ed errori.

Mentre la prospettiva di cercare un terapeuta può essere davvero scoraggiante, diversi strumenti online possono rendere il processo significativamente più facile. Usando, a d esempio, i motori di ricerca o l’elenco di professionisti appartenenti a società riconosciute dal Ministero.


Posso aiutare una persona cara a trovare un terapeuta?

Vedere una persona cara lottare con problemi di salute mentale può essere doloroso e scatenare sentimenti di impotenza. Ma mentre la scelta di seguire una terapia sarà, in un gran numero di casi, di esclusiva competenza dell’individuo, è possibile per gli altri interessati offrire sostegno emotivo e assistenza concreta. Questo può significare metterli in contatto con risorse educative sulla terapia, aiutarli a identificare potenziali medici nella loro zona, fissare appuntamenti, o fornire il trasporto alla loro prima sessione.


Quale tipo di terapia è giusta per me?

Molti tipi di terapia hanno dimostrato di essere efficaci nel trattare le comuni sfide di salute mentale, e determinare quale sia l’approccio “migliore” per una particolare persona spesso si riduce alle sue particolari preoccupazioni, all’alleanza che è in grado di formare con il suo terapeuta e alle sue preferenze personali. I clienti che vengono in terapia con specifici problemi di salute mentale, come il disturbo ossessivo compulsivo o lo stress post-traumatico, possono trarre maggior beneficio da un clinico specializzato nell’area o che impiega un tipo di terapia specificamente progettato per trattarlo.

Potrò permettermi la terapia?

Il costo della terapia, e se può rientrare nel budget di un cliente, dipenderà probabilmente da alcuni fattori, tra cui la posizione e il reddito della persona. Mentre alcuni terapeuti fanno pagare una tariffa fissa per seduta, altri offrono pagamenti diversificati.


Come sarà la prima sessione di terapia?

La prima sessione di terapia può suscitare ansia ed è normale sentirsi nervosi o insicuri rispetto a cosa aspettarsi. Fortunatamente, la maggior parte dei pazienti scoprirà che la prima sessione di terapia segue un formato prevedibile. La maggior parte dei terapeuti trascorre la prima sessione facendo domande generali per farsi un’idea del background del cliente, della sua esperienza passata con la terapia e dei problemi che spera di affrontare. Probabilmente discuteranno anche della loro modalità o stile e offriranno un quadro di ciò che il cliente può aspettarsi.


Riceverò dei farmaci se vado in terapia?

I farmaci sono spesso utilizzati in combinazione con la psicoterapia – in particolare per i casi di grave depressione, ansia o disturbo bipolare – ma non è scontato per tutti i clienti. Se un terapeuta pensa che un particolare cliente potrebbe beneficiare dei farmaci, lui o lei ne discuterà con il cliente prima di riferirlo a un professionista che lo prescrive, come uno psichiatra. Mentre il cliente avrà probabilmente bisogno di partecipare a incontri periodici con il professionista prescrittore per discutere di eventuali effetti collaterali e aggiustamenti del dosaggio, continuerà anche a vedere il terapeuta per costruire abilità di coping e strategie per sostenere ulteriormente la sua salute mentale.


Quali sono i segnali di allarme di un terapeuta non qualificato o non etico?

Anche i migliori terapeuti non sono perfetti, ed è possibile che terapeuti efficaci ed etici commettano errori o turbino inavvertitamente un cliente. Ma ci sono alcuni terapeuti, purtroppo, che non sono adatti alla professione. I comuni segnali di avvertimento di un terapeuta inefficace includono parlare troppo – al punto che il cliente si sente incapace di parlare delle proprie preoccupazioni – o condividere dettagli inappropriati sulla propria vita personale. I terapeuti che sono giudicanti o accondiscendenti nei confronti del cliente non sono probabilmente adatti, così come i terapeuti che appaiono spesso annoiati o distratti.

I terapeuti non etici sono molto più rari di quelli non qualificati o inefficaci, ma certamente esistono. Un terapeuta non etico può fare proposte sessuali o romantiche verso un cliente, minacciarlo o ricattarlo, o violare gli accordi di riservatezza senza giusta causa. I clienti dovrebbero denunciare tali terapeuti al loro consiglio di appartenenza e terminare la terapia il prima possibile.

Call Now Button