• “Non è tanto importante quello che ci accade, quanto come vi reagiamo”. (H. Selye)

  • In un senso molto ampio la psicopatologia potrebbe essere considerata un fallimento dell’immaginazione (S. Mitchell, “Hope and dread in Psychoanalysis”).

  • “La potenza della parola nei riguardi delle cose dell’anima sta nello stesso rapporto della potenza dei farmaci nei riguardi delle cose del corpo.” (Gorgia)

  • “Le idee non durano molto. E’ necessario utilizzarle”. (S.R. y Cajal)

  • “Forse non ci sono giorni della nostra adolescenza vissuti con altrettanta pienezza di quelli che abbiamo creduto di trascorrere senza averli vissuti, quelli passati in compagnia del libro prediletto”. (M. Proust)

Psicologia e Psicoterapia

All’interno dell’intervento psicologico e psicoterapico con adulti  si attua un protocollo (diversificato in base alla tipologia di richiesta) comprensivo di una serie di sessioni cliniche così distribuite:

            • Colloqui diagnostici individuali e familiari
            • Psicoterapia psicodinamica di lunga e/o breve durata
            • Consultazione genitoriale per problematiche inerenti i figli adolescenti – Psicoterapia di coppia
            • Consultazione e individuazione di problematiche legate ai disturbi di Apprendimento (DSA)
            • Consultazione e presa in carico di soggetti in età avanzata (oltre i 65 anni) con problematiche legate all’invecchiamento (con ausilio del software Caig in fase diagnostica).

Gran parte degli interventi clinici con gli adulti prevede un insieme di incontri che esplicitino al soggetto le coordinate più importanti in riferimento alla propria situazione ed ai propri vissuti, secondo un modello maturazionale e dinamico-evolutivo.

fullsizerender

Psicoterapia dell’adolescenza

Con soggetti adolescenti (13-18 anni) il trattamento psicoterapico prescelto è quello che contempla, sia il sistema relazionale dell’adolescente esteso a tutti i suoi contesti evolutivi, sia il sistema intrapsichico (legato al “mondo interno” dell’individuo).

Tale modello trova la sua applicazione nelle situazioni derivanti da “crisi adolescenziali”, spesse volte correlate a veri e propri Breakdown evolutivi fino alle gravi psicopatologie (disturbi del comportamento alimentare, disturbi dell’umore, disturbi di personalitá, disturbi d’ansia, patologie somatopsichiche, dipendenze etc.).

Le sessioni cliniche previste sono dunque estremamente complesse, vista anche l’età dei soggetti adolescenti. Solitamente si procede secondo lo schema sotto riportato:

            • Uno o più colloqui iniziali con l’adolescente da solo/a
            • Un colloquio con l’adolescente insieme all’adulto di riferimento che ha richiesto la consultazione
            • Un colloquio di restituzione all’adolescente prima, e ai genitori poi, dei dati clinici emersi, con l’ausilio anche di risultati provenienti dalla somministrazione di Test standardizzati.

Si procede, in un secondo momento, alla formulazione di un piano terapeutico, avvalendosi anche della collaborazione di colleghi esperti nel periodo dell’adolescenza e, soprattutto, nei casi in cui possa essere necessario procedere “in parallelo” in una direzione di presa in carico terapeutica figlio/genitore/i.

fullsizerender2