Servizi offerti

Tutte le prestazioni di psicologia clinica e psicoterapia vengono svolte nel mio studio di Firenze, sono di tipo individuale e rivolte a persone maggiorenni. Nel caso di pazienti minorenni, invece, è necessario ottenere preventivamente il consenso da parte di entrambi i genitori.

 

Colloqui di valutazione psicologica

Metodologia. Si tratta di pochi incontri, finalizzati a definire in modo più chiaro e preciso un particolare problema, per averne una iniziale comprensione psicologica. Spesso rappresenta la prima valutazione diagnostica, necessaria per decidere se prendere in carico il paziente e iniziare con lui un percorso di psicoterapia.

Frequenza. Questo tipo di colloqui richiede un numero limitato di incontri.

 

Consultazione psicologica (consulenza)

Metodologia. Le sedute di consultazione psicologica sono indicate nei casi in cui il paziente desidera riflettere su una particolare problematica o situazione di vita. Gli appuntamenti vengono fissati di volta in volta e in base alle reciproche disponibilità di tempo: non è pertanto possibile avere la garanzia di una frequenza costante. Questo tipo di consultazione non è indicato in presenza di patologie, disturbi della personalità e qualunque problematica che richieda un trattamento costante e continuativo.

Frequenza. Si tratta di incontri a frequenza variabile e non predeterminata.

 

Psicoterapia supportiva

Metodologia. La psicoterapia è indicata in tutte quelle situazioni dove c’è un disagio o una sofferenza psichica, psicosomatica o relazionale. La psicoterapia di supporto è finalizzata ad alleviare i sintomi o lo stato di disagio, anche in situazioni psicopatologiche di una certa gravità o con disturbi della personalità che non permettono di lavorare con frequenza o profondità maggiore. Inoltre, può essere utilizzata come terapia di seconda scelta nelle situazioni in cui – per difficoltà oggettive – non è possibile optare per una psicoterapia più profonda e intensiva.

Frequenza. La frequenza richiesta è solitamente di una seduta alla settimana. In base alle reciproche disponibilità, viene concordato un giorno della settimana e un orario in cui vedersi: il giorno e l’ora concordati restano così fissi e assegnati a quel particolare paziente, in maniera tale che sia garantita una frequenza costante e continuativa.

 

Psicoterapia psicoanalitica

Metodologia. È un tipo di psicoterapia in cui viene dato maggior spazio e ascolto al mondo interno del paziente, per agire sulle cause inconsce alla base del disagio psicologico. Il paziente acquisisce gradualmente consapevolezza dei sintomi o dei tratti di personalità rigidi e disadattivi che utilizza per affrontare conflitti psicologici spesso inconsci. In questo modo, potrà gradualmente diminuire l’esigenza di ricorrere in modo rigido e indiscriminato a quelle operazioni difensive che sono alla base dei suoi problemi. Questo approccio è indicato nei casi in cui c’è una buona motivazione e capacità di autosservazione. In particolare, risulta utile quando c’è una difficoltà a stabilire relazioni intime, vivere serenamente i rapporti interpersonali o “rendere” sul lavoro in base alle proprie capacità. Spesso tali situazioni sono accompagnate da importanti sintomi quali ansia, depressione, disturbi della sfera sessuale o psicosomatici.

Frequenza.  Questo tipo di psicoterapia prevede due o più sedute alla settimana, in giorni e orari fissi e preventivamente concordati.

 

Psicoanalisi

Metodologia. Si tratta del trattamento psicoterapeutico più ampio e profondo per intervenire sui propri problemi, grazie a una migliore comprensione di se stesso. Durante la seduta viene usato il lettino, per agevolare una migliore predisposizione alla comprensione dei propri pensieri e sentimenti. Gli strumenti a disposizione sono gli stessi della psicoterapia psicoanalitica (analisi delle difese, analisi del transfert, metodo delle libere associazioni e altro). Rispetto alla psicoterapia psicoanalitica, dove si cerca di tenere sempre presente la specifica problematica del paziente, con la psicoanalisi si effettua un lavoro più ampio. In termini molto semplificati, lo scopo di ogni seduta psicoanalitica è quello di dire qualunque cosa venga alla mente, senza censure. Nella psicoanalisi paziente e analista cercano di individuare gli ostacoli, le censure che interferiscono con la capacità di poter esprimere liberamente i pensieri (inibizioni, paure, ansie, imbarazzo, vergogna, senso di colpa). Lavorare su questi ostacoli, sul loro modo di manifestarsi e interferire con la vita di tutti i giorni, è ciò che viene definito “processo psicoanalitico”, il quale rende possibili i cambiamenti individuali e la remissione dei sintomi.

Frequenza. La psicoanalisi richiede una frequenza di tre o quattro sedute settimanali, che si possono protrarre anche per diversi anni.