1. I miei problemi non sono così gravi.

Spesso le persone vedono la psicoterapia come l’ultima risorsa per chi ha problemi gravi. Anche se questo può essere talvolta vero, spesso sarebbe più indicato cercare un aiuto prima, perché ciò avrebbe più possibilità di successo, permetterebbe alla persona di sentirsi meglio prima e di progredire più rapidamente. In altri termini: perché aspettare fino a quando le cose si mettono davvero male e diventa più difficile intervenire?

2. Dovrei essere in grado di risolvere i miei problemi da solo.

Proprio come si cercherebbe un consulto medico per un problema fisico, un terapeuta porta una formazione specialistica per aiutare a comprendere e affrontare i problemi relativi alla propria vita emotiva. Elaborare i problemi in terapia diventa spesso un’abilità che è possibile fare propria, il che porterà a una maggiore fiducia, sicurezza di sé ed autonomia.

3. Se inizio la psicoterapia, andrà avanti per sempre?

No! La frequenza e la durata di una psicoterapia dipendono da molti fattori. Le persone beneficiano di una vasta gamma di trattamenti: consulenze a breve termine, psicoterapie monosettimanali o trattamenti psicoanalitici di alcuni anni con più sedute settimanali. Dipende dal tipo di problema, dalla predisposizione individuale del paziente e dai suoi obiettivi e bisogni.

4. Dovrò rivelare tutti i miei pensieri privati al mio psicoterapeuta.

Uno degli aspetti interessanti della terapia è che è il paziente a decidere cosa e quanto condividere: il terapeuta è lì per facilitare il più possibile il processo ma è sempre il paziente a decidere quanto ingaggiarsi. È ovvio che un maggiore sforzo collaborativo permette la costruzione di una relazione terapeutica positiva ed efficace ai fini del trattamento.

5. Mi giudicheranno. 

Le persone spesso si sentono vulnerabili quando devono parlare dei loro sentimenti: si preoccupano di ciò che il terapeuta penserà. Tuttavia il terapeuta non è lì per giudicare quanto per ascoltare, comprendere e offrire se possivbile una prospettiva differente. Se ci si sente troppo preoccupati di essere giudicati, sarebbe importante parlarne con il terapeuta, in modo che i propri sentimenti possano essere compresi e non interferiscano con il ricevere l’aiuto necessario.

Call Now Button